domenica 1 ottobre 2017

Il Bel Tacer Non Fu Mai Scritto







Il nostro è un mondo complesso, ma di per sé equilibrato. Noi umani non facciamo altro che complicarlo in modo isterico e, facendo questo, ci rendiamo le esistenze assai difficili. Non solo mandiamo a “gambe all’aria” quel che madre natura ha meticolosamente costruito, ma facciamo in modo di rendere la vita (umana) terribilmente complessa e deprimente.

Già prima della comparsa dei social network eravamo dei menagramo e degli azzeccagarbugli coi fiocchi, ma adesso che abbiamo la tecnologia dalla nostra siamo diventati maestri nel prendercela con chicchessia ogni volta che un neurone ci va in corto (piuttosto spesso, ahimè).

Su “Faccialibro” puoi veramente trovare di tutto e se alcune cose sono assolutamente condivisibili, come il tiro a segno al politico di turno, altre rasentano la stupidità.

Tutto ciò che permette all’individuo di potersi sfogare, Facebook e affini sono lì pronti ad accoglierlo. Dalla caccia all’immigrato, al daje contro i comunisti. Dalla follia pro-nazi al folle vegano che vorrebbe vedere i carnivori (umani) morire appesi a ganci da macello.

Ma non solo. Ci sono anche cose meno “perniciose” ma comunque fastidiose, come il proverbiale fare di tutta un’erba un fascio puntando su alcune categorie.

Ad esempio, i medici.
Possiamo dire che i medici siano una categoria inattaccabile? Me ne guardo bene, ma possiamo definirli tutti incapaci, o tutti collusi a qualche fantomatico sistema? Possiamo provare che essi NON siano MAI in buona fede e NON sappiano fare il loro mestiere? No, non possiamo. Malgrado ci siano evidenti prove di malasanità qual e là nel nostro paese, e nel corso degli anni, dire cose del genere non ha un minimo di senso logico.
Come in tutte le categorie di professionisti, ci sono quelli molto bravi, quelli bravi e quelli meno bravi. Ci sono quelli capaci e portati per la professione e quelli che lo sono meno.

E le forze dell’ordine?
Possiamo dire che siano tutte corrotte, incapaci, negligenti? Sarebbe un abominio una simile pretesa!
Ci sono poliziotti, carabinieri e vigili urbani capaci, in gamba e comprensivi e altri che lo sono meno. Tra l’altro, queste categorie devono rispondere a dei comandi precisi che vengono dall’alto e quindi spesso succede che noi giudichiamo l’operato del singolo agente senza tenere conto che lui ha delle precise direttive da seguire.

E gli insegnanti?
Possiamo definire gli insegnanti delle scuole tutti degli incapaci vista la gioventù che abbiamo intorno e che pare, a noi un po’ più vecchi, un tantino persa chissà dove? Possiamo pensare che se abbiamo tanti giovani sbandati sia tutta colpa della scuola (e quindi degli insegnanti) oppure la verità è un’altra e gli insegnanti, come le altre categorie citate, possono essere molto bravi, meno bravi o bravi per niente?

Al solito, generalizzare non serve a niente, ma solo a scaldarsi la bocca perché non si hanno argomentazioni intelligenti per sfogare la propria isteria.

Come ripeteva spesso mia madre: il bel tacer non fu mai scritto.

Io Dissento